• diminuisci dimensione carattere
  • diminuisci dimensione carattere
  • aumenta dimensione carattere
  • dimensione carattere
 INTRO GENERALE » Il Ticino » In evidenza » "La donna nella società e nella comunità religiosa", il libro del Tavolo Interreligioso 

"La donna nella società e nella comunità religiosa", il libro del Tavolo Interreligioso

Il volume contiene i disegni delle scuole e alcuni passi dei testi sacri sul tema della donna


Un percorso di due anni che ha coinvolto i bambini delle scuole elementari pavesi e tutte le realtà religiose cittadine. Stiamo parlando del Tavolo Interreligioso voluto nel 2015 dall’assessorato alle Pari Opportunità come luogo di conoscenza, confronto e azione comune. Oltre agli incontri periodici di riflessione su un tema stabilito annualmente, su mandato del Tavolo viene indetto anche un concorso rivolto alle scuole primarie cittadine che vuole essere, da un lato un'occasione per focalizzare l'attenzione di bambini sul tema della pace del dialogo tra le religioni, dall'altro renderli protagonisti attivi attraverso la realizzazione di un elaborato.
 
Nell'anno 2015/2016 il tema fu “La donna nella società e nella comunità religiosa”, in quello didattico appena concluso si è parlato invece di “Le comunità religiose e le nuove povertà”. Argomenti poi sviluppati dai ragazzi delle scuole attraverso disegni ed elaborati grafici in un concorso che ha premiato lo scorso anno con 300euro destinato a materiale scolastico la 5A del Gabelli, al secondo posto con un premio di 200euro la 5A della De Amicis e la 3A del Pascoli (100euro). Freschi di premiazione per il tema sulle nuove povertà, la 4A del Pascoli, la 5A della scuola primaria Mirabello classificatasi al secondo e terzo posto. I disegni, come di consuetudine esposti al piano terra di Palazzo Mezzabarba, sono anche stati raccolti in un volume contenente i testi delle comunità religiose ed i disegni prodotti, allegato per i nostri abbonati in questo numero de “Il Ticino”.
 
“Stiamo già preparando quello dell’anno appena concluso, mentre ora vogliamo presentareil prodotto del primo Tavolo. È necessario dare risalto a questo libro incentrato sul tema 2015/2016 ‘La donna nella società e nella comunità religiosa’ – ha spiegato in conferenza stampa l’assessore Laura Canale – perché racchiude due concetti importantissimi, ovvero il ruolo della donna ed il dialogo religioso. Chi non ha coraggio di chiedere aiuto ai Servizi Sociali, spesso può trovare conforto nella propria comunità religiosa. Durante le riunioni del Tavolo abbiamo scoperto che i testi sacri non creano disuguaglianze, bensì sono state trovate parole bellissime nei confronti della donna”.
 
Presenti oltre al sindaco Massimo Depaoli, anche gli esponenti della comunità ortodossa (Padre Nicholae), di quella evangelica, Roberto Bacicchi, della Chiesa valdese, Maurizio Abbà, del centro islamico di via Vaccari, Al Hassan Badri, ed il Vescovo Corrado Sanguineti che ha ricordato l'importanza della Storia nel percorso delle religioni: "Esistono elementi trasversali nelle religioni sul ruolo della donna. Gesù aveva discepole donne ed il Cristianesimo ha espresso diverse figure femminili di spicco: è davvero interessante pensare come l'esperienza religiosa di ognuno di noi si sia fatta fecondare dalla Storia. Faccio mio un concetto espresso dal Papa emerito Benedetto XVI, ovvero che la religione svolge un'azione purificatrice sugli aspetti laici e viceversa. Ecco perchè in una società laica le religioni hanno una funzione positiva".
 
 
Alessio Molteni
 
 
 
 
 

stampa pagina segnala pagina condividi