• diminuisci dimensione carattere
  • diminuisci dimensione carattere
  • aumenta dimensione carattere
  • dimensione carattere
 In evidenza » Oggi devo fermarmi a casa tua » Documenti » La missione popolare oggi 

La missione popolare oggi   versione testuale

I gruppi di ascolto sono preparazione alle missioni, ma anche catechesi agli aduiti.
Come è costruita una missione?
La missione è un annuncio straordinario della Parola di Dio. Straordinario inteso come completamento dell'annuncio ordinario che si ha sempre nelle Parrocchie da parte dei sacerdoti che propongono la Parola e da parte dei catechisti.
L'istruzione cristiana è normale per noi italiani. Non così per i cristiani di altre nazioni. Per noi è un dono grande, perché fa parte del tessuto della nostra vita.
La chiesa ritiene che per noi ci sia un dono particolare della Parola.
La Parola di Dio è importante, perché il Cristianesimo è la religione dell'ascolto. Ricordiamo le parole di Gesù: " Chi ha orecchie per intendere intenda". Nell'antico testamento: " Ascolta Israele". Questa è la prima richiesta di Dio. Dio cerca un popolo di ascoltatori della sua parola.
Con la venuta di Gesù la Parola raggiunge una pienezza particolare. Gesù è il Verbo del Padre, ci dice la parola definitiva su Dio.
Dio ci ha parlato con i veli e poi con Gesù con una rivelazione piena. A noi ascoltare per accogliere la Parola.
"Mentre regna un grande silenzio e mentre la notte è a metà del suo corso, la tua Parola è venuta a noi dall'infinito".
Tu non lo cercheresti se Lui non ti avesse cercato per primo (S. Agostino)
La missione è accompagnata da una grazia speciale. La Parola sarà annunciata con una finalità precisa: la conversione dei cuori.
La Parola annunciata è come una freccia che colpisce il cuore.
Occorre togliere gli ostacoli perché la Parola tocchi nella profondità il cuore.
Occorre aprire il cuore.
In At 2,37 a Pentecoste gli Apostoli con Maria ricevono lo Spirito Santo ed escono dal Cenacolo. E' giorno di festa, giorno di commemorazione della legge ricevuta da Dio sul Sinai.
All'annuncio di Gesù fatto da Pietro leggiamo che i presenti si sentirono trafiggere il cuore e chiesero: "cosa dobbiamo fare"?. Pietro rispose:" Convertitevi".
Vogliamo la trafittura del cuore.
Se il cuore è toccato la domanda diviene: "Cosa devo fare?". La risposta è: "Convertitevi".
La missione è dunque:
1) Annuncio straordinario
2) In vista della conversione
3) Per raggiungere una autonomia spirituale (Card. Carlo Maria Martini) perché la conversione sia continua.
La maturità del cristiano adulto comporta una autonomia di responsabilità sul piano morale sociale politico.
La Parola diviene nutrimento per una maturità, per rispondere alle sfide del mondo moderno. Abbiamo infatti un retrobottega scarso. Molto spesso non abbiamo risposte agli interrogativi dell'uomo moderno.
4) Verifica di maturità è la crescita di una coscienza missionaria che sfocia nella testimonianza.
Il Cardinal Colombo diceva che nella vita spirituale capita ciò che si verifica nella vita fisica.
Il bambino è diverso dall'adulto non per ciò che riguarda la dignità ma perché egli non può generare. Può solo ricevere la vita.
Analogamente nella vita spirituale adulto è chi è in grado di generare alla fede.
Occorre un nuovo slancio missionario.
I laici non sono solo fruitori, ma anch'essi missionari.
Compito grande da svolgere con gioia e con pace. Non è chiesto di raccogliere, ma di seminare.
Bernardette Soubirou dopo le apparizioni della Madonna ha subito interrogatori. Di fronte ad un magistrato ha precisato:" La Madonna non mi ha detto di far credere, ma di dirlo".
Mezzi per raggiungere le finalità:
I gruppi di ascolto nell'anno che precede la missione.
I gruppi di ascolto sono focolari domestici dove si ascolta e si condivide la parola di Dio con un animatore in vista della conversione e dell'autonomia spirituale. Figure presenti nei Gruppi di Ascolto: Gli animatori, gli ospitanti ed i visitatori.
Gli animatori sono le guide chiamate a coordinare la preghiera nelle serate programmate.
Gli ospitanti sono la famiglia che apre la propria casa una volta al mese regolarmente dalle ore 21 alle ore 22,15 e che ha il solo compito di preparare l'ambiente con le sedie per l'incontro.
I visitatori sono coloro che vengono impegnati per portare l'annuncio di ciò che si verifica nella casa ospitante dove si organizza il centro di ascolto per passare la notizia in modo ampio.
E' importante avvertire per camminare insieme.
Vi è poi la predicazione straordinaria effettuata dai Padri missionari assimilabile ad un corso di esercizi spirituali parrocchiali. Dalle case i parrocchiani vengono chiamati a riunirsi in parrocchia per la partecipazione al grande annuncio.
L'ascolto avviene per 15 giorni. Alcune predicazioni possono essere effettuate anche tramite la radio per permettere la partecipazione anche a chi è impossibilitato a recarsi in parrocchia. Dopo la predicazione proseguono i centri d'ascolto. L'ideale è che i gruppi di ascolto divengano una prassi normale.
La missione è una bella occasione pastorale. Valorizzare tali momenti porta a grandi risultati.
Nella missione diocesana il ruolo dei parroci è quello di favorire, non di sovrapporsi ai Padri predicatori chiamati per la missione.
Nei gruppi d'ascolto i parroci possono partecipare ma non essere la guida, che rimane l'animatore laico, con un aiuto che può fare da spalla.  

stampa pagina segnala pagina condividi Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie