Vocazione e formazione tra educazione e catechesi

Essere sacerdote oggi, seguire un percorso di formazione per capire e discernere, poter contare su un luogo dove confrontarsi e raccogliersi per scoprire se stessi, oppure trovare sostegno per approfondire i propri studi superiori ed universitari di teologia. La pastorale vocazionale fa tutto questo, e tanto altro anche grazie al sostegno dell’8xmille, che destina in tutto una cifra di 22.000 Euro.

Ordinazione Diaconale di Filippo Barbieri e Marco Boggio Marzet – 2018

Il Seminario di Pavia

Il 5 luglio 1563 il Concilio di Trento, con il documento “Cum adolescentium aetas” invitava le diocesi ad aprire una casa nella quale raccogliere quei giovani che intendevano avviarsi al sacerdozio. Queste case venivano indicate come Seminarii, cioè “vivai”. La Diocesi di Pavia si fece trovare pronta. Oggi il seminario è una realtà viva, situata nel cuore della città: “E’ una comunità piccola ma molto vivace – ha sottolineato il rettore, don Davide Diegoli -: ospitiamo attualmente sei seminaristi, i sacerdoti che han lasciato le attività del loro ministero dopo i 75 anni. In seminario c’è anche la sede dell’Istituto di Scienze Religiose oltre che molte iniziative: penso al cammino del Mochi che aumenta sempre di più in numeri e cura, ma anche al gruppo vocazionale Sicomoro che conta oggi sette ragazzi delle scuole superiori; ci sono le settimane vocazionali che stanno riscuotendo successo di numeri e di bellezza dell’esperienza. Insomma, il Seminario è una realtà in cammino che cambia insieme alla città: è in una posizione centrale e  respira ciò che accade intorno offrendo un luogo di pace e di serenità, perché l’uomo si forma anche grazie alla bellezza”.

Don Davide Diegoli con i ragazzi dell’ultimo campo AC

La Pastorale Vocazionale

Il Seminario cammina con la Diocesi, con la città e con il tempo che scorre mutando servizi e regole di vita comunitaria pur rimandendo se stesso, cioè un luogo in cui le persone possono interrogarsi sul loro ruolo di battezzati nella chiesa e nel mondo. Perch non sempre è facile capire come si vorrebbe vivere: “Per questo c’è la pastorale vocazionale curata dal CDV, il Centro Diocesano Vocazioni presieduto da me e da don Davide Taccani – ha sottolineato ancora don Davide Diegoli -: siamo un’equipe che promuove concretamente attraverso le settimane vocazionali e la ricerca sulle grandi scelte della vita. Non proponiamo semplicemente la via al sacerdozio o alla vita consacrata ma parliamo ai ragazzi in maniera aperta, per esempio, di vocazione matrimoniale. L’idea è di accompagnare le persone nella fatica dello scegliere attraverso confronto e vicinanza”.

Iniziative di Cultura Religiosa in Diocesi

La Diocesi di Pavia sostiene anche tutte quelle iniziative di tipo culturale che animano riflessioni e confronti: si pensi all’attività dell’ISSR, Istituto di Scienze Religiose, che offre ampi percorsi di formazione universitaria a chi vuole diventare insegnante di religione o qualificarsi per accedere a professioni nell’editoria cattolica o ancora ai semplici uditori; ci sono gli incontri organizzati dalla Scuola della Cattedrale e quelli di confronto organizzati in Vescovado.

Associazioni ecclesiali per la formazione dei membri

In questa voce rientrano le tante attività di Azione Cattolica: l’esperienza dei campi estivi per i ragazzi alla Casa Alpina del Tonale e per gli studenti delle Scuole superiori con il Campo MSAC e il Campo Giovani, Adulti e Famiglie, gli incontri a cadenza regolare dedicati anche agli adulti, la formazione e la spiritualità condivisa all’interno e all’esterno del gruppo, guidato oggi da Carla Conti.